Il consumatore liquido-moderno

che dire …

“[…] la società dei consumi basa le proprie fortune sulla promessa di soddisfare i desideri umani [… con una] gratificazione allettante soltanto finché il desiderio non è stato soddisfatto […] è la mancata soddisfazione dei desideri […] a far volare l’economia.

La società dei consumi riesce a rendere permanente la non-soddisfazione.

Uno dei modi […] è svalutare i prodotti di consumo poco dopo averli lanciati, con la massima enfasi possibile, nell’universo dei desideri dei consumatori. Un’altro sistema consiste nel soddisfare ogni necessità/desiderio/bisogno in modo tale da non poter far altro che dar vita a nuove necessità/desideri/bisogni […].

http://www.ibs.it/code/9788842085706/bauman-zygmunt/vita-liquida.html

Vita Liquida

[…] il consumismo è un’economia basata sull’inganno, sull’esagerazione e sullo spreco [… questi] non sono segnali di malfunzionamento di tale economia, ma garanzie della sua salute, e l’unico regime nel quale la società dei consumi può assicurarsi la propria sopravvivenza.

[…] Affinché le aspettative restino vive e nuove speranze riempiano prontamente il vuoto lasciato da quelle già disattese e scartate, la via che conduce dal punto vendita alla pattumiera dev’essere breve e il passaggio rapido […] ”

Vita Liquida” (Zygmunt Bauman)

Se le manovre di un governo sono indirizzate solo a far riprendere i consumi e la spesa dei cittadini, non possiamo che meritarci questo, e correre veloci per non finire negli ingranaggi del “grande macinatore” consumista.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: