Perchè ritengo EXPO una frode

Da tempo si parla dell’esposizione internazionale che si sta tenendo a Milano e che durerà fino al 31 ottobre 2015.
Se ne parla ma non si approfondisce il tema.

Si contano gli avventori, si cerca di fare un saldo economico (è in attivo, in passivo?) ma non si cerca di capire se Expo è riuscita a rispondere alla mission che si era posta.

Mio parere è che Expo sia un inganno mediatico e solo chi non vuol vedere non vede.

Senza considerare il fatto che un’esposizione universale fatta in questi termini è anacronistica (che differenza c’è fra questa Expo e le prime dell’800? ) Expo 2015 non risponde affatto alla mission tanto decantata.

La mission (o le mission) si possono trovare anche sul di Expo, è davanti agli occhi di tutti:
… cui i Paesi mostrano il meglio delle proprie tecnologie per dare una risposta concreta a un’esigenza vitale: riuscire a garantire cibo sano, sicuro e sufficiente per tutti i popoli, nel rispetto del Pianeta e dei suoi equilibri ..
http://www.expo2015.org/it/cos-e

e anche
“… “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita” è il Tema al centro della manifestazione, il filo logico che attraversa tutti gli eventi organizzati sia all’interno sia all’esterno dello Sito Espositivo. Expo Milano 2015 è l’occasione per riflettere e confrontarsi sui diversi tentativi di trovare soluzioni alle contraddizioni del nostro mondo: se da una parte c’è ancora chi soffre la fame (…) dall’altra c’è chi muore per disturbi di salute legati a un’alimentazione scorretta e troppo cibo (…) Inoltre ogni anno, circa 1,3 miliardi di tonnellate di cibo vengono sprecate. …
http://www.expo2015.org/it/cos-e/il-tema

Davvero è così?

Davvero si trovano informazioni, tecnologie, idee su come ogni paese di questo mondo affronta questi temi?
Ci sono padiglioni dove vengono esposti metodi di agricoltura innovativi e rispettosi dell’ambiente e dell’uomo? Metodi non intensivi che “nutrono” (appunto) il pianeta?
Vengono esposti i problemi che affliggono i vari paesi nell’affrontare questi temi? Si parla dei milioni di lavoratori sfruttati e le condizioni di miseria in cui vivono? Ci sono proposte per migliorare queste condizioni?

Certo, qualcosa sul tema verrà trattato, ovviamente ci sarà qualche spazio o padiglione dedicato al tema ma … in percentuale, rispetto al “compra e mangia” quanto sarà? Avere dei padiglioni con “le erbe dell’orto” che ricaduta avrà nella realtà? Si dirà: “ma serve a sensibilizzare le persone“. Quindi per sensibilizzare le persone, facciamo un mega evento e le facciamo venire tutte qui, con mezzi di trasporto che, ad oggi, sono tutt’altro che sostenibili?

Il dubbio è che invece si tratti solo di una “festa di paese” allargata, dove ti propongono un cibo esotico-occidentalizzato (il classico ristorante cinese dove trovi cibo che in Cina non esiste). Dubito che ci siano bancarelle per mangiare quello che mangiano in Thailandia, tipo le cavallette fritte (si trovano nei più tipici mercati in Thailandia) o i ragni fritti della Cambogia.
O forse troveremo chi ci vende le stesse cianfrusaglie che possiamo trovare da un qualsiasi “vu cumprà” più o meno nostrano o in un mercatino rionale?

Expo è un luogo/non luogo dove colui che non vuole muoversi per visitare un paese, qui si reca per dire che c’è comunque stato, che ha mangiato “cambogiano” o “il vero messicano“. Già mi immagino: sarà buono? vediamo … ci sono stato, ho pagato, mi hanno detto che è proprio di questo paese … uhm si è buono! Certo tutta un’altra cosa da …  (così si risolve quello che in psicologia si chiama dissonanza cognitiva ).

Tornando al tema della mission di Expo, è deludente vedere come milioni di euro vengono spesi per non affrontare un problema. Per non discutere di questioni importanti, anzi per usare quelle stesse questioni evitando di trattarle. Prendiamo un paese, gli diamo un colpo di spugna, lo ripuliamo, facciamo vedere solo alcune cose… qualche video (video!?) diamo da mangiare qualcosa che verrà accettato ed il gioco è fatto.

Siamo alla magia comunicativa, alla finzione linguistica … o forse alla complicità collettiva dell’auto inganno?

Articolo correlato consigliato:
http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/08/27/expo-2015-non-portateci-i-bambini/1985885/

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: